Cerimonia di consegna dei diplomi

Cerimonia di consegna dei diplomi

Sabato scorso all’Università si è tenuta la cerimonia di consegna dei diplomi agli studenti che hanno terminato il proprio ciclo di studi (qui in America si chiama Commencement). In effetti la cerimonia si divide in due fasi: c’è la consegna”effettiva” agli studenti, organizzata indipendentemente da ciascun dipartimento, e poi c’è l’evento ufficiale in grande stile valido per tutta l’Università che viene celebrato al…. “campetto” di football (ossia uno stadio da 62 mila posti!). Durante questo evento c’è la consegna simbolica dei diplomi agli studenti più meritevoli in rappresentanza di tutti i diplomati, ci sono discorsi, performance canore degli studenti e così via. Il momento centrale è però il discorso dell’ospite principale (il famosissimo discorso “Stay hungry, stay foolish” di Steve Jobs fu proprio tenuto alla consegna dei diplomi a Stanford nel 2005, per indenderci). Quest’anno lo speaker era Maz Jobrani, attore comico iraniano-americano (e non credo servano troppe spiegazioni sul significato di questa scelta, specie in quest’anno “turbolento”) ed ex alunno di UC Berkeley.

La cerimonia prendeva tutta la mattina e in realtà non mi andava di seguirla tutta, però un salto volevo proprio farlo per respirare un po’ l’atmosfera e avere un colpo d’occhio dello stadio. Qui un po’ di foto:

Lo stadio fra l’altro sta in cima al Campus, alle pendici delle colline, e c’è una bella vista della Baia e del Golden Gate Bridge.

Tra l’altro sia in mattinata sia nel pomeriggio ci sono state scene da fuggi fuggi generale veramente singolari: l’anno accademico finiva ufficialmente sabato (niente sessioni d’esame estive) e praticamente TUTTI non hanno perso un minuto per andarsene! Nei pressi delle residenze degli studenti, ma in molti casi anche nelle vie “normali”, c’erano macchine in seconda e terza fila che venivano caricate per il trasloco. Sembrava di essere in uno di quei film apocalittici in cui arrivano gli alieni e tutto scappano di fretta e furia!

D’altra parte, per gli studenti (beati loro) è cominciata l’estate (gli esami sono concentrati nelle ultime settimane del semestre: non ci sono sessioni estive) e giustamente se ne tornano a casa, ma è stato abbastanza curioso assistere a tutto il processo aver luogo in poche ore!

Per chi non ha finito e per chi non segue alcuno dei corsi estivi che organizza l’Università, l’appuntamento è per il 16 agosto con l’inizio del nuovo anno accademico!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *